Far da sé col legno ed altri materiali
 

Breve disanima sul rischio elettrico
1 | 2 |

Roberto Deboni DMIsr 8 Ott 2017 23:50
Ho scritto in altre occasioni che occorre stare
attenti al caso di un impianto citofonico, il cui
pulsante puo' essere premuto all'esterno, da chi sotto
la pioggia ha le scarpe bagnate (per esempio si pensi
a quelle estive di tela dopo avere appena messo il
piede in una pozzanghera dopo un acquazzone estivo)
ed il dito bagnato. Naturalmente mi riferisco a casi
con il pulsante d'ottone o simili.

Ma proviamo una piccola disanima piu' dettagliata.

La tensione deve come minimo essere sufficiente alta
da fare in modo che le resistenze di contatto e della
pelle non neutralizzino il passaggio di una corrente
atta al risultato paventato.

Prendiamo il caso piu' serio: una corrente che
attraversa passando dalla mani sinistra (per chi ha
il cuore a sinistra) ai piedi (e' indifferente
quale dei due). In questo caso la corrente passa
vicino al muscolo cardiaco (sono i muscoli le "vittime"
principali della corrente non elevata, a correnti
elevate invece si ha la "carbonizzazione" dei tessuti)
e se tale muscolo inizia a fibrillare ai ventricoli
(una contrazione rapida ed irregolare del muscolo,
insomma quello che anche un muscolo volontario fa
quando prendete la scossa) il cuore di fatto smette
di pompare sangue (con il muscolo che trema rapidamente
non riuscite a fare alcun movimento utile neanche con
i muscoli volontari). E se il sangue smette di
circolare, il cervello comincia a morire (massimo
6 minuti ed il danno cerebrale e' da irreversibile a
totale - da non confondere con i 15 minuti di mancanza
d'aria al cervello che invece considera il caso in cui
ancora c'e' circolazione sanguigna, il che aiuta a
portare via un po' delle tossine che si formano
mentre le cellule muoiono).

La IEC con il documento 60479-1 ha esposto i risultati
da sperimentazione in vivo su animali e dati da osservazioni
cliniche post-incidente su umani. Mancando esperimenti
mortali su umani vivi, quindi i valori sono stati presi
in modo oltremodo prudenziale (conservativo) e quindi e'
possibile che in casi non infrequenti una perona possa
esibire una maggiore sopportazione all'evento.


Per cominciare ci serve conoscere il valore di impedenza
del corpo umano (percorso mano-mano per grandi superfici
di contatto). Essa diminuisce con la tensione, e cambia
nella popolazione. Il valore peggiore (limite) e'
di 575 ohm. Per il 5% di persone piu' "delicate" si puo'
usare la seguente tabella (valida per tempi di un
decimo di secondo di esposizione):

asciutto bagnato salato cc-dry
--------------------------------------------
25 V 1750 ohm 1175 ohm 960 ohm 2100 ohm
50 V 1375 ohm 1100 ohm 940 ohm 1600 ohm
75 V 1125 ohm 1025 ohm 920 ohm 1275 ohm
100 V 990 ohm 975 ohm 880 ohm 1100 ohm
125 V 900 ohm 900 ohm 850 ohm 975 ohm
150 V 850 ohm 850 ohm 830 ohm 875 ohm
175 V 825 ohm 825 ohm 810 ohm 825 ohm
200 V 800 ohm 800 ohm 790 ohm 800 ohm
225 V 775 ohm 775 ohm 770 ohm 775 ohm
400 V 700 ohm 700 ohm 700 ohm 700 ohm
500 V 625 ohm 625 ohm 625 ohm 625 ohm
700 V 575 ohm 575 ohm 575 ohm 575 ohm
oltre 575 ohm 575 ohm 575 ohm 575 ohm

Notare come il valore varia all'interno della popolazione,
ad esempio per 225V ca a 50-60 Hz in asciutto:

5% della popolazione < 775 ohm
50% della popolazione < 1225 ohm
95% della popolazione < 1900 ohm

che e' la percentuale della popolazione che non supera
il valore indicato. Nel caso di percorso mano-piede, i
valori vanno ridotti fino al 30% in meno per le fasce a
tensioni minore, ma sempre con un limite di 575 ohm.

Per durate oltre il decimo di secondo, abbassare
fino del 20% le fasce a tensioni minore, ma sempre con
un limite a 575 ohm.

Si puo' osservare come oltre i 125 V non fa
differenza che il contatto sia asciutto o bagnato
con acqua (od oltre i 400 V con acqua salata).

Per grande superfici si intende 10'000 mm2 ed oltre.
Notare che il valore per massimo 1'000 mm2 (cioe'
superfici media) tende al limite di 1375 ohm per
le persone piu' vulnerabili (entro 200 volt).
Quello per piccole superfici (massimo 100 mm2),
tende al limite di 3400 ohm (entro 200 volt).

Una persona che prende a due mani con forza due
sbarre in conduzione puo' offrire 8250 mm2 di area
di contatto.


Abbiamo due soglie convenzionali di interesse:

0,5 mA la soglia di reazione, cioe' quella al
di sopra della quale c'e' fasti*****

10 mA la soglia sotto la quale un maschio adulto e'
in grado di muoversi e lasciare la presa o
l'appoggio di contatto

Questo significa che se non c'e' un qualche
apparecchio che stacca o altra ragione per cui il
flusso di corrente si interrompa da solo entro
10 secondi, e' meglio usare 10 mA come valore limite
anche se il limite di inizio di rischio di morte
per un contatto di 10 secondi e' di 30 mA.
In altre parole, il valore di 30 mA dei salvavita
e' dovuto al fatto che interviene lo stacco.

Notare che con piccole superfici di contatto,
si possono avere efetti sulla pelle, fino
alla carbonizzazione (ustione massima). Quindi
anche se una minore superficie di contatto
permette una maggiore impedenza, si potrebbe
pagare uno scotto in termini di ustioni.

Se il punto di contatto e' il petto (e la
mano lato cuore) l'effetto e' aumentato del 50%.
Viceversa, se il contatto e' piede-piede,
l'effetto e' diminuito di 25 volte.

Notare che per la corrente continua il limite
di sicurezzza e' di solo 2 mA per lo stacco
volontario da parte della vittima.


Ora, proviamo a calcolarci la tensione necessaria
per avere 10 mA a 500 ohm e 1000 ohm e 3000 ohm
(l'ultimo = piccolo contatto in condizioni di
lavoro di un tecnico Telecom):

T = 0,010 * 500 = 5 V
T = 0,010 * 1000 = 10 V
T = 0,010 * 3000 = 30 V

NB: la morte puo' avvenire anche se la corrente
passa per il midollo spinale e blocco dei centri
respiratori con conseguente paralisi dei muscoli
respiratori. Infine esiste la possibilita' che
un certo numero di cellule muoiano se attraversate
dalla corrente, e se oltre un certo numero, si ha
necrosi dei tessuti (con necessita' di amputazioni),
questo e' un caso distinti dalle ustioni.

Corollario: se piove, usate la mano destra per
premere il pulsante ... non si sa' mai ...
(salvo abbiate il cuore a destra)
Slayer99 9 Ott 2017 00:22
On 10/08/2017 02:50 PM, Roberto Deboni DMIsr wrote:

> cliniche post-incidente su umani. Mancando esperimenti mortali su
> umani vivi, quindi i valori sono stati presi

Strano che non abbiano compiuto misurazioni sui condannati a morte con
sedia elettrica.



> Notare che con piccole superfici di contatto, si possono avere efetti
> sulla pelle, fino alla carbonizzazione (ustione massima). Quindi
> anche se una minore superficie di contatto permette una maggiore
> impedenza, si potrebbe pagare uno scotto in termini di ustioni.

Si ma ci voule una tensione maggiore per avere la stessa corrente no?



--
...odia la paura e non conosce la pieta'...
Franz_aRTiglio 9 Ott 2017 02:08
Roberto Deboni DMIsr ha detto questo domenica :

> Ho scritto in altre occasioni che occorre stare
> attenti al caso di un impianto citofonico,

E avresti fatto megli ad evitare, anche in quelle: vediamo quale marea
di *****ate propini 'stavolta

> il cui
> pulsante puo' essere premuto all'esterno, da chi sotto
> la pioggia ha le scarpe bagnate (per esempio si pensi
> a quelle estive di tela dopo avere appena messo il
> piede in una pozzanghera dopo un acquazzone estivo)
> ed il dito bagnato. Naturalmente mi riferisco a casi
> con il pulsante d'ottone o simili.

Ceeeeerto... pulsante d'ottone, collegato direttamente e SENZA
materiali isolanti infrapposti tra la superficie di contatto
elettrico e quella di contatto col dito, infatti quando premi
un pulsate d'ottone, su una plafoniera d'ottone sono i folletti
della corrente che prevengono che il contatto si propaghi a
tutta la pulsantiera: cerrrrrrrto, per tacere dei pulsanti che
sono collegati DIRETTAMENTE ad un campanaccio a 220, quelli che
quando li premi l'ospite ti chiede se ti sei pettinato con le
bombe a mano, cerrrrto.. una volta uno ha premuto un pulsante
in ottone a milano e a roma e' scoppiato il colosseo, vedi a
volte le coincidenze !

> Ma proviamo una piccola disanima piu' dettagliata.

Ma anche no.

> La tensione deve come minimo essere sufficiente alta
> da fare in modo che le resistenze di contatto e della
> pelle non neutralizzino il passaggio di una corrente
> atta al risultato paventato.

Bella* super*****ola.

> Prendiamo il caso piu' serio: una corrente che
> attraversa passando dalla mani sinistra (per chi ha
> il cuore a sinistra) ai piedi (e' indifferente
> quale dei due).

Che con le correnti in gioco negli impianti citofonici è anche il
meno pericoloso ma proseguiamo:

> In questo caso la corrente passa
> vicino al muscolo cardiaco (sono i muscoli le "vittime"
> principali della corrente non elevata,
> a correnti elevate invece si ha la "carbonizzazione" dei tessuti)

Quanta ignoranza e quanta supponenza in così poche parole...

> e se tale muscolo inizia a fibrillare ai ventricoli
> (una contrazione rapida ed irregolare del muscolo,
> insomma quello che anche un muscolo volontario fa
> quando prendete la scossa) il cuore di fatto smette
> di pompare sangue (con il muscolo che trema rapidamente
> non riuscite a fare alcun movimento utile neanche con
> i muscoli volontari).

Povero muscolo... sempre per tacere delle terminazioni nervose, eh ?

Appropò deboni, evidentemente per te l'inventore del pacemaker era un *******
eh ?

cutto il resto per pietà e per profondo disgusto: deboni, limitati agli
svarioni sulle lampadine a led, che forse qualche volta ci azzecchi**

<http://imgbox.com/mh0RWwgB>

* e' ironia
** mai.
Slayer99 9 Ott 2017 06:33
On 10/08/2017 05:08 PM, Franz_aRTiglio wrote:

>> La tensione deve come minimo essere sufficiente alta
>> da fare in modo che le resistenze di contatto e della
>> pelle non neutralizzino il passaggio di una corrente
>> atta al risultato paventato.
>
> Bella* super*****ola.

Vorrei porre una domanda, hai mai sentito parlare della legge di Ohm?

Nota: non sto dicendo che il corpo umano sia, o non sia, un conduttore
ohmico.

Immagino comunque che l'utente "Roberto Deboni" si riferisca al caso in
cui il citofono sia GUASTO, non nel caso di uso nominale.

Detto questo, il distretto in cui vivo richiede, per essere "a norma"
che l'impianto citofonico sia a 16V tramite un trasformatore, che quindi
isola e non riferisce piu' a terra. So pero' che in Italia ci sono dei
campanelli che funzionano a tensione di rete.



--
...odia la paura e non conosce la pieta'...
Bernardo Rossi 9 Ott 2017 08:55
On Sun, 8 Oct 2017 23:50:41 +0200, Roberto Deboni DMIsr
<news@*****isienergie.it> wrote:

>Ma proviamo una piccola disanima piu' dettagliata.

Disamina, non disanima.


--

Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
Archaeopteryx 9 Ott 2017 08:56
ehm, ingegne'... Messa così sembra che il citofono sia un
essere animato e in qualche modo tu voglia strappargli via
l'anima :D

O hai un corruttore ortografico invece di un correttore o
la stessa parola ripetuta due volte mi fa pensare che
fossi distratto.

Detto questo, come sempre deploro che tu ti sia reso
antipatico a molti. Il tuo post forumulato in modo
interlocutorio ("potrebbe essere", "che ne pensate",
eccetera) e soprattutto da un'altra persona (l'effetto
alone è umano anche se sarebbe bene che non ci fosse)
avrebbe fornito un po' di materiale per una discussione
interessante. Non per le conclusioni ma perché hai messo
in campo dati e spunti.

Infine, il fenomeno che paventi è ancora meno frequente di
quanto sembra. La cosa si è capita con mandrie di
quadrupedi in zone vicine a dove cadono i fulmini. Alcuni
morti per la corrente di passo, altri vivi. Mi pare, ma
solo mi pare, che non hai specificato che l'effetto
pericoloso della corrente si verifica solo in una parte
piccola del ciclo cardiaco, per questo alcuni animali
restano vivi: nel momento in cui sono attraversati da
corrente quelli che sopravvivono sono meno vulnerabili
(chiaramente se sono a 20 m di distanza su un terreno
bagnato si fermerebbe il cuore anche a un sasso...).

--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
Archaeopteryx 9 Ott 2017 08:56
> Disamina, non disanima.


flic o floc? :D


--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
Apteryx 9 Ott 2017 09:11
e vabbè

c'abbiamo pure il troll logorroico
Renato 9 Ott 2017 09:26
Il 09/10/2017 02:08, Franz_aRTiglio ha scritto:

[C U T]

> cutto il resto per piet� e per profondo disgusto: deboni, limitati agli
> svarioni sulle lampadine a led, che forse qualche volta ci azzecchi**

No no, neppure con quelle....Fidati!!!!

--

Ciao, Renato
DR 9 Ott 2017 09:39
On 10/09/2017 08:55 AM, Bernardo Rossi wrote:
> On Sun, 8 Oct 2017 23:50:41 +0200, Roberto Deboni DMIsr
> <news@*****isienergie.it> wrote:
>
>> Ma proviamo una piccola disanima piu' dettagliata.
>
> Disamina, non disanima.

Ma soprattutto "breve".

Davide.
Franz_aRTiglio 9 Ott 2017 11:30
Slayer99 ha usato la sua tastiera per scrivere :

>>> La tensione deve come minimo essere sufficiente alta
>>> da fare in modo che le resistenze di contatto e della
>>> pelle non neutralizzino il passaggio di una corrente
>>> atta al risultato paventato.
>>
>> Bella* super*****ola.
>
> Vorrei porre una domanda, hai mai sentito parlare della legge di Ohm?

Si ma mi pare che sia stata abrogata, come la tassa sul macinato.

> Nota: non sto dicendo che il corpo umano sia, o non sia, un conduttore

De facto lo e' anche il vetro, un PESSIMO conduttore ma lo è.

> ohmico.

Forse, più propriamente si dovrebbe parlare di resistività ma visto
il contesto non accademico accettiamo pure ohmico :)

> Immagino comunque che l'utente "Roberto Deboni" si riferisca al caso in
> cui il citofono sia GUASTO, non nel caso di uso nominale.

Si tratta sempre di un sircuito che dalla rete, tramite fusibile
e trasformatore, porta una scorreggia di corrente alla pulsantiera; in
caso di guasto dovremmo ipotizzare una perdita d'isolamento nel
primario tale da non far scattare le protezioni (molto poco plausibile)
e che riesca ad insinuarsi alta tensione nel secondario (ancora meno
plausibile) per giungere a distanza tramite conduttori dello spessore
di un capello che limitano fortemente la portata massima di corrente e
questo essre il presupposto per fulminare l'ignaro "premitore di
pulsante", alla luce che detto pulsante è anch'esso propriamente
isolato sia per ragioni elettriche che di funzionamento "meccanico" ?

Dai, non scherziamo.

Io mi riferivo maggiormente alla sua patologia di disturbato cronico
che scrive *****ate su argomenti che non conosce dopo essercisi fatto
una cultura didascalica ed essere arrivato ad una serie di conclusioni
supponenti e fondamentalmente fallate dalla ignoranza congenita negli
argomenti di cui millanta conoscenza.

In altre parole: si legge 4 pagine wiki e ci ragiona ad *****am nel
tentativo di dimostrare quello che s'era messo nella testa (bacata)
prima ancora di informarsi: non cerca di capire, "piega" quello che
legge a sostegno della sua strampalata teoria, e se vuoi conferma di
ciò cerca il 3ad sui magnetotermici iniziato dal buon fabbro, in cui
prende (meritati) ceffoni perchè vorrebbe far spostare dal quadro 220
l'alimentatore del citofono paventando folgorazionie e inenarrabili
pericoli; ma semplicemente dopo che ha preso ceffoni s'e' setito nel
bisogno di dimostrare (lol) la sua competenza in materia di citofoni.

> Detto questo, il distretto in cui vivo richiede, per essere "a norma"
> che l'impianto citofonico sia a 16V tramite un trasformatore, che quindi
> isola e non riferisce piu' a terra. So pero' che in Italia ci sono dei
> campanelli che funzionano a tensione di rete.

Stanno (fortunatamente) cadendo in disuso a favore delle soluzioni
a bassa tensione, ma un campanello e un citofono sono 2 cose diverse
e nessun elettricista sano di mente cablerebbe la suoneria di un
citofono con la tensione di rete.
Franz_aRTiglio 9 Ott 2017 11:31
Renato ha spiegato il 09/10/2017 :
> Il 09/10/2017 02:08, Franz_aRTiglio ha scritto:
>
> [C U T]
>
>> cutto il resto per piet� e per profondo disgusto: deboni, limitati agli
>> svarioni sulle lampadine a led, che forse qualche volta ci azzecchi**
>
> No no, neppure con quelle....Fidati!!!!

E' ben per questo che c'era il doppio asterisco "**mai", eh ! :)
liftman 9 Ott 2017 13:12
Il 09/10/2017 11:30, Franz_aRTiglio ha scritto:

> ciò cerca il 3ad sui magnetotermici iniziato dal buon fabbro, in cui
> prende (meritati) ceffoni perchè vorrebbe far spostare dal quadro 220
> l'alimentatore del citofono paventando folgorazionie e inenarrabili
> pericoli; ma semplicemente dopo che ha preso ceffoni s'e' setito nel
> bisogno di dimostrare (lol) la sua competenza in materia di citofoni.

in quel contesto l'uscita del trasformatore aveva i conduttori a
contatto con quelli in uscita dal MT a 220, in caso di mancanza di
isolamentro tra i 2 fili, NON sarebbe scattato niente, essendoci verso
l'alimentatore un trasformatore che isola il circuito e l'uscita
medesima NON ha in genere un collegamento verso terra e il differenziale
non se ne sarebbe accorto, e NON essendoci un corto pure il MT sarebbe
rimasto tranquillamente armato.

Che sia un evento raro lo possiamo pure considerare, ma non certo
impossibile.

Ritornando ai campanelli, la scossa (a bassa tensione **) l'ho presa
anche troppe volte, ovviamente non con le pulsantiere di plastica, NON è
una cosa così rara.

** non è mortale (evidentemente, ma parliamo della 'normale' tensione di
alimentazione a 12/24v), ma si sente e molto bene..

Solo una curiosità... io ormai lo sanno tutti che sono ******* ma tu
che lavoro fai e che titoli di stu***** hai visto che "schiaffeggi" più o
meno su tutto lo scibile umano?

--
Fri(END), Boyfri(END), *****fri(END), Bestfri(END). Everything has an END
except...Fam(ILY)! It Has 3 Letters that say I LOVE YOU
Franz_aRTiglio 9 Ott 2017 13:34
Scriveva liftman lunedì, 09/10/2017:
> Il 09/10/2017 11:30, Franz_aRTiglio ha scritto:
>
>> ciò cerca il 3ad sui magnetotermici iniziato dal buon fabbro, in cui
>> prende (meritati) ceffoni perchè vorrebbe far spostare dal quadro 220
>> l'alimentatore del citofono paventando folgorazionie e inenarrabili
>> pericoli; ma semplicemente dopo che ha preso ceffoni s'e' setito nel
>> bisogno di dimostrare (lol) la sua competenza in materia di citofoni.
>
> in quel contesto l'uscita del trasformatore aveva i conduttori a contatto con
> quelli in uscita dal MT a 220, in caso di mancanza di isolamentro tra i 2
> fili, NON sarebbe scattato niente, essendoci verso l'alimentatore un
> trasformatore che isola il circuito e l'uscita medesima NON ha in genere un
> collegamento verso terra e il differenziale non se ne sarebbe accorto, e NON
> essendoci un corto pure il MT sarebbe rimasto tranquillamente armato.

Certo, per tacere del differenziale.

> Che sia un evento raro lo possiamo pure considerare, ma non certo
> impossibile.

Anche che il deboni scriva qualcosa di sensato e' raro ma non certo
impossibile.

> Ritornando ai campanelli, la scossa (a bassa tensione **) l'ho presa anche
> troppe volte, ovviamente non con le pulsantiere di plastica, NON è una cosa
> così rara.

Ti stai confondendo la corrente di origine elettrostatica (come quando
tocchi l'auto e prendi la scossa).

> ** non è mortale (evidentemente, ma parliamo della 'normale' tensione di
> alimentazione a 12/24v), ma si sente e molto bene..

No: e' l'elettrostatica.

> Solo una curiosità... io ormai lo sanno tutti che sono *******

L'hai scritto tu eh ? non cominciare DI NUOVO con le turbe mentali
secondo cui sarei io quello che ti ha insultato.

> ma tu che lavoro fai

Per quel che può riguardarti faccio il cacciatore di cretini.

> e che titoli di stu***** hai

Dottorato in caccia ai cretini.

> visto che "schiaffeggi" più o meno su tutto lo scibile umano?

Rivedi nel personale domattina, allo specchio, la presunzione che
erroneamente mi attribuisci.
liftman 9 Ott 2017 14:16
Il 09/10/2017 13:34, Franz_aRTiglio ha scritto:

>> in quel contesto l'uscita del trasformatore aveva i conduttori a
>> contatto con quelli in uscita dal MT a 220, in caso di mancanza di
>> isolamentro tra i 2 fili, NON sarebbe scattato niente, essendoci verso
>> l'alimentatore un trasformatore che isola il circuito e l'uscita
>> medesima NON ha in genere un collegamento verso terra e il
>> differenziale non se ne sarebbe accorto, e NON essendoci un corto pure
>> il MT sarebbe rimasto tranquillamente armato.
>
> Certo, per tacere del differenziale.

no, per favore non tacere, spiega come e perchè un differenziale
dovrebbe intervenire perchè io non ne ravvedo alcun motivo.

>> Ritornando ai campanelli, la scossa (a bassa tensione **) l'ho presa
>> anche troppe volte, ovviamente non con le pulsantiere di plastica, NON
>> è una cosa così rara.
>
> Ti stai confondendo la corrente di origine elettrostatica (come quando
> tocchi l'auto e prendi la scossa).

NO TU stai parlando di cose che NON sai, e dai per scontato che io abbia
sentito la scossa toccando i campanelli, così come quando si tocca lo
sportello dell'auto. No caro professore del nulla, io sentivo la scossa
NEL MOMENTO in cui premevo il pulsante (e se premevo più e più volte,
continuavo a sentirla. Se restavo con il ditino a premere 'ad libitum',
continuavo a sentire quella che tu, nalla tua magnificenza, chiami
'elettricità statica'), mi è succeddo più volte, sia con pioggia che
senza. L'elettricità statica, cessa nel momento che "prendendo la
scossa" il corpo la scarica verso terra, poi puoi toccare tutto quello
che ti pare, salvo che tu vesta di materiale sintetico, sia una giornata
particolarmente secca e prima di toccare la pulsantiera dei campanelli
ti dimeni pure un po' per caricarti di elettricità..

>> ** non è mortale (evidentemente, ma parliamo della 'normale' tensione
>> di alimentazione a 12/24v), ma si sente e molto bene..
>
> No: e' l'elettrostatica.

Stai dimostrando, ove ce ne fosse ancora bisogno che straparli, sentenzi
e trai conclusioni, SENZA avere la benchè minima idea dei fatti, taci
che fai più bella figura.

> Per quel che può riguardarti faccio il cacciatore di cretini.

chi si somiglia si piglia, caccia facile suppongo...

>> e che titoli di stu***** hai
>
> Dottorato in caccia ai cretini.

ti vergogni della 3a elementare? c'è chi ha tirato su un'azienda ed ha
dato lavoro a centinaia di persona con quel "titolo" di stu*****,
impegnati che magari ce la fai pure tu.



--
Fri(END), Boyfri(END), *****fri(END), Bestfri(END). Everything has an END
except...Fam(ILY)! It Has 3 Letters that say I LOVE YOU
Franz_aRTiglio 9 Ott 2017 14:29
Sembra che liftman abbia detto :


>>> e NON essendoci un corto pure il MT sarebbe rimasto tranquillamente
>>> armato.
>>
>> Certo, per tacere del differenziale.
>
> no, per favore non tacere, spiega come e perchè un differenziale dovrebbe
> intervenire perchè io non ne ravvedo alcun motivo.

E rieccolo, non pago di ceffoni a ritentar di piantar zizzania:
rimarremo delusi ?

>> Ti stai confondendo la corrente di origine elettrostatica (come quando
>> tocchi l'auto e prendi la scossa).
>
> NO TU stai parlando di cose che NON sai,

Disse quello che parla di MAGNETOTERMICO che non interviene per una
scarica statica e si stupisce della menzione del differenziale.

[penosa ed assurda arringa di "a me succede sempre perchè sono un biNbo
speciale" cut]

> Stai dimostrando, ove ce ne fosse ancora bisogno che straparli, sentenzi e
> trai conclusioni, SENZA avere la benchè minima idea dei fatti, taci che fai
> più bella figura.

Smetti di ripetere (a torto) quello che (a ragione) ti viene detto.

>> Per quel che può riguardarti faccio il cacciatore di cretini.
> chi si somiglia si piglia,

E' per questo che non perdi occasione per fare da spondone al deboni ?

> caccia facile suppongo...

Con te ho sempre il carniere pieno.

>>> e che titoli di stu***** hai
>> Dottorato in caccia ai cretini.
> ti vergogni della 3a elementare?

Non prendere la tua triste esistenza a modello, dai, non buttarti giù.

> c'è chi ha tirato su un'azienda ed ha dato
> lavoro a centinaia di persona con quel "titolo" di stu*****, impegnati che
> magari ce la fai pure tu.

E c'e' chi NON PAGO degli schiaffoni presi e col culetto rosso
per i meritati calcioni torna a scrivere coglionate nel tentativo
(patetico) di aizzare un altro flame: TI CONOSCO MASCHERINA, torna a
giocare nel recinto dei biNbi speciali e stacci.
Archibald Tuttle 9 Ott 2017 14:56
Il 09/10/2017 14:16, liftman ha scritto:
>
>> Per quel che può riguardarti faccio il cacciatore di cretini.
>
> chi si somiglia si piglia, caccia facile suppongo...
>
>>> e che titoli di stu***** hai
>>
>> Dottorato in caccia ai cretini.

Tanto mi basta.
Per favore Liftman, abbi giudizio e molla la (inutile) tenzone.
Pecorazzi 9 Ott 2017 15:04
On 09/10/2017 14:56, Archibald Tuttle wrote:
> Il 09/10/2017 14:16, liftman ha scritto:
>>
>>> Per quel che può riguardarti faccio il cacciatore di cretini.
>>
>> chi si somiglia si piglia, caccia facile suppongo...
>>
>>>> e che titoli di stu***** hai
>>>
>>> Dottorato in caccia ai cretini.
>
> Tanto mi basta.
> Per favore Liftman, abbi giudizio e molla la (inutile) tenzone.

a me sembra ci abbia preso però
liftman 9 Ott 2017 17:56
Il 09/10/2017 14:29, Franz_aRTiglio ha scritto:

>> NO TU stai parlando di cose che NON sai,
>
> Disse quello che parla di MAGNETOTERMICO che non interviene per una
> scarica statica e si stupisce della menzione del differenziale.

appurato che sei ******* te lo ripeto scritto meglio che forse il tuo
unico neurone lo capisce:

S E P R E M I U N P U L S A N T E E L O T I E N I P R E M U T O,
E C O N T E S T U A L M E N T E S E N T I L A S C O S S A, P E R T
U T T A L A D U R A T A D E L L A 'P R E M U T A'

*NON è ELETTRICITà STATICA* *è UNA ******* DI TENZIONE CHE SI PERCEPISCE A
CAUSA DI UNA QUALCHE DISPERSIONE*

Detto questo, mi asterrò dal perdere ulteriore tempo con chi, oltre che
essere ******* si atteggia a professorone pur non riuscendo a capire
quello che scrivono gli altri.

Contento tu, contenti tutti.


--
Fri(END), Boyfri(END), *****fri(END), Bestfri(END). Everything has an END
except...Fam(ILY)! It Has 3 Letters that say I LOVE YOU
Renato 9 Ott 2017 17:58
Il 09/10/2017 11:31, Franz_aRTiglio ha scritto:
> Renato ha spiegato il 09/10/2017 :
>> Il 09/10/2017 02:08, Franz_aRTiglio ha scritto:
>>
>> [C U T]
>>
>>> cutto il resto per piet� e per profondo disgusto: deboni, limitati agli
>>> svarioni sulle lampadine a led, che forse qualche volta ci azzecchi**
>>
>> No no, neppure con quelle....Fidati!!!!
>
> E' ben per questo che c'era il doppio asterisco "**mai", eh ! :)

Ah ecco, mi era sfuggito e, non leggendolo, iniziavo a preoccuparmi per
te....
:-)

--

Ciao, Renato
liftman 9 Ott 2017 18:19
Il 09/10/2017 17:56, liftman ha scritto:

> *NON è ELETTRICITà STATICA* *è UNA ******* DI TENZIONE CHE SI PERCEPISCE A
>

ovviamente si deve leggere "TENSIONE" :-D


--
Fri(END), Boyfri(END), *****fri(END), Bestfri(END). Everything has an END
except...Fam(ILY)! It Has 3 Letters that say I LOVE YOU
Franz_aRTiglio 9 Ott 2017 19:32
liftman ha usato la sua tastiera per scrivere :
> Il 09/10/2017 14:29, Franz_aRTiglio ha scritto:
>
>>> NO TU stai parlando di cose che NON sai,
>>
>> Disse quello che parla di MAGNETOTERMICO che non interviene per una
>> scarica statica e si stupisce della menzione del differenziale.
>
> appurato che sei *******


[deliriocut]

Lifty, seriamente:

dopo che nell'altro tread e che PER TUA STESSA AMMISSIONE non avevi
capito e che sei stato la causa dei tuoi stessi deliri:

- t'e' partito l'embolo
- hai insultato
- hai sbroccato "capra capra capra"
- messo di fronte al tuo comportamento hai chiosato con altri insulti
per chiudere poi con "ad*****"...

...ma che in questo tread sei tornato dicendo "lo so che sono *******
e
dopo aver puntato il ditino in stile scarface "tu chi sei tu che scuole
hai tu bla bla bla tu spiega bla bla tu ti credi bla bla" e tutto
questo
con un tono trabboccante di presunzione in stile "ti sfido".

Tu. lifty, TU.

Che figura pensi di aver fatto ? Che credito pensi di aver accumulato ?
Come fai a pensare che dopo tutto questo uno abbia voglia di prenderti
sul serio ? Lifty, ricordi quando parlavi dell'accorgersi del
peggiorare
della malattia ? Ecco, lifty, trovane uno bravo e DI CORSA, perchè
a quanto pare e' appena successo.

E quindi, caro lifty, fintanto che la terapia non darà i suoi frutti
VAI DOVE CONSONO e stacci, che io NON sono pagato per farti da badante.
Rododendro_Talmone 10 Ott 2017 00:55
"Slayer99" <user@domain.invalid> ha scritto nel messaggio
news:oreu6d$aad$1@gioia.aioe.org...
> On 10/08/2017 05:08 PM, Franz_aRTiglio wrote:
>
>>> La tensione deve come minimo essere sufficiente alta
>>> da fare in modo che le resistenze di contatto e della
>>> pelle non neutralizzino il passaggio di una corrente
>>> atta al risultato paventato.
>>
>> Bella* super*****ola.
>
> Vorrei porre una domanda, hai mai sentito parlare della legge di Ohm?
>
> Nota: non sto dicendo che il corpo umano sia, o non sia, un conduttore
> ohmico.
>
> Immagino comunque che l'utente "Roberto Deboni" si riferisca al caso in
> cui il citofono sia GUASTO, non nel caso di uso nominale.
>
> Detto questo, il distretto in cui vivo richiede, per essere "a norma"
> che l'impianto citofonico sia a 16V tramite un trasformatore, che quindi
> isola e non riferisce piu' a terra. So pero' che in Italia ci sono dei
> campanelli che funzionano a tensione di rete.

forse ricordi qualche residuato bellico... fin da quando ero piccolo (con la
tv a 2 c*****i in bianco e nero) ho sempre saputo che i campanelli fossero a
bassa tensione. Mi ricordo bene il trasformatore grigio inchiodato sul
pannello di legno a fianco dei contatori di vetro trasparente a forma di
boccia da pesci.
Caso mai qualche problema poteva venire dalla piattina inchiodata al muro.
Slayer99 11 Ott 2017 02:15
On 10/09/2017 02:30 AM, Franz_aRTiglio wrote:

>> Nota: non sto dicendo che il corpo umano sia, o non sia, un conduttore
>
> De facto lo e' anche il vetro, un PESSIMO conduttore ma lo è.
>
>> ohmico.
>
> Forse, più propriamente si dovrebbe parlare di resistività ma visto
> il contesto non accademico accettiamo pure ohmico :)

Ho difficolta nel comprendere tale risposta, ma non e' chiaro se hai
presente il concetto di conduttore ohmico e non-ohmico.



> e che riesca ad insinuarsi alta tensione nel secondario (ancora meno
> plausibile) per giungere a distanza tramite conduttori dello spessore
> di un capello che limitano fortemente la portata massima di corrente e

No, i guasti piu' comuni e pericolosi sono fili che si "liberano" nel
quadro o in qualche scatola e vanno a toccarne altri che teoricamente
dovrebbero essere "sicuri".

> Stanno (fortunatamente) cadendo in disuso a favore delle soluzioni
> a bassa tensione, ma un campanello e un citofono sono 2 cose diverse
> e nessun elettricista sano di mente cablerebbe la suoneria di un
> citofono con la tensione di rete.

Quindi perche' e' possibile acquistare in normalissimi negozi di
materiale elettrico campanelli che vanno a tensione di rete, non
cineserie ma roba BTicino?


--
...odia la paura e non conosce la pieta'...
Franz_aRTiglio 11 Ott 2017 03:38
Il 11/10/2017, Slayer99 ha detto :

>> Forse, più propriamente si dovrebbe parlare di resistività ma visto
>> il contesto non accademico accettiamo pure ohmico :)
>
> Ho difficolta nel comprendere tale risposta, ma non e' chiaro se hai
> presente il concetto di conduttore ohmico e non-ohmico.

Io "ho difficoltà nel comprendere" perchè vuoi sottolineare questa
differenza (che in questo contesto è assolutamente triviale) così come
"ho difficoltà nel comprendere" perchè sei partito a chiedermi se
conosco la legge di ohm, in coda ad una super*****ola che neanche gli
avvocati azzeccagarbugli avrebbero il coraggio di scrivere per
blaterare
paroloni vuoti nel tentativo di sfoggiare conoscenza o di rimbambire
l'interlocutore.

>> e che riesca ad insinuarsi alta tensione nel secondario (ancora meno
>> plausibile) per giungere a distanza tramite conduttori dello spessore
>> di un capello che limitano fortemente la portata massima di corrente e
>
> No, i guasti piu' comuni e pericolosi sono fili che si "liberano" nel
> quadro o in qualche scatola e vanno a toccarne altri che teoricamente
> dovrebbero essere "sicuri".

[Mode super*****oladeboni : ON]
O sono i piu comuni o sono i piu pericolosi, oppure sono i piu
pericolosi tra i guasti comuni oppure sono i piu comuni tra i guasti
pericolosi, ma di sicuro tra i casi comuni non sono i piu pericolosi
perchè non sono la maggioranza dei casi comuni, sopratutto se per
pericoloso si intende un caso comune e non un evento non-comune.
[Mode super*****oladeboni : off]

In ogni caso non sono i guasti piu comuni, almeno qui in italia, anzi
per dirla tutta devo ancora vederlo un "filo che si libera e va a
toccarne altri che teoricamente dovrebbero essere sicuri", il tutto
nel tacere delle protezioni, ovviamente, e del fatto che i fili non
sono poi così simili a molle che scattano e si agitano come code di
lucertola non appena ne hanno facoltà.

>> Stanno (fortunatamente) cadendo in disuso a favore delle soluzioni
>> a bassa tensione, ma un campanello e un citofono sono 2 cose diverse
>> e nessun elettricista sano di mente cablerebbe la suoneria di un
>> citofono con la tensione di rete.
>
> Quindi perche' e' possibile acquistare in normalissimi negozi di
> materiale elettrico campanelli che vanno a tensione di rete, non
> cineserie ma roba BTicino?

A me lo chiedi ? Io ho detto che stanno cadendo in disuso e questo
è un fatto, è anche un fatto che NON SONO VIETATE ma il buon senso
degli installatori tende a evitarle, sopratutto per "usi esterni"
proprio perchè in caso di dispersione fanno scattare le protezioni.

Poi se vuoi fare un parallelo sul il perchè nonostante si trovino
ancora il commercio le pericolosissime "triple", con la scusa che c'e'
scritto "max 10A" si può anche parlarne, ma io ho la netta impressione
che stai solo cercando una scusa per polemizzare.
Slayer99 11 Ott 2017 19:15
On 10/10/2017 06:38 PM, Franz_aRTiglio wrote:

> scritto "max 10A" si può anche parlarne, ma io ho la netta impressione
> che stai solo cercando una scusa per polemizzare.

Sono io quello che voule polemizzare? Dopo che rispondi ad un post
ricoprendo di insulti chi lo scrive, non solo il post originale ma anche
di chi per anni ha lavorato sul campo e conferma almeno parzialmente
alcune delle cose dette?


--
...odia la paura e non conosce la pieta'...
Franz_aRTiglio 11 Ott 2017 19:39
Sembra che Slayer99 abbia detto :

>> scritto "max 10A" si può anche parlarne, ma io ho la netta impressione
>> che stai solo cercando una scusa per polemizzare.
>
> Sono io quello che voule polemizzare? Dopo che rispondi ad un post
> ricoprendo di insulti chi lo scrive,

A parte che il destinatario di tali (meritati) insulti è un rinomato
*****aro, ma percaso hai appena ritirato la toga di avvocato dei piu
deboli dalla lavanderia ? No perchè, nel caso ho una notizia da
darti: il deboni e' un rinomato e PERICOLOSO caso clinico, forse t'e'
sfuggito ma in una discussione alla quale hai anche tu partecipato
consigliava, per mettere in sicurezza un impianto solare di
cortocircuitare i pannelli solari.

> non solo il post originale ma anche di chi per anni ha lavorato
> sul campo

Caro collega non so dalle tue parti come si apre un discorso ma
normalmente non con un'incipit del tipo "tu la conosci la legge di ohm"
quando si dibatte di questi argomenti: detto così a bruciapelo non e'
certo un invito al dialogo, semmai viene letto come un sottinteso.

> e conferma almeno parzialmente alcune delle cose dette?

Conferma pure, ma forse tui sfugge che non e' che tutto quello che
scrive sono *****ate visto che COPIA, cambiando un po' di parole, da
wikipedia come fanno i biNbi delle elementari quando gli chiedono di
fare un tema sull'argomento: IL PROBLEMA ma sono le conclusioni a cui
arriva che sono completamente sballate, essendo frutto non solo di
ignoranza ma sopratutto di presunzione, e i PERICOLOSI consigli che
spesso propina, come quando insisteva per far spostare e/o girare
l'alimentatore del citofono al buon fabbro.
Franz_aRTiglio 11 Ott 2017 19:54
Franz_aRTiglio ci ha detto :

Errata corrige, c'e' un "ma" di troppo:

> fare un tema sull'argomento: IL PROBLEMA ma sono le conclusioni a cui
> arriva che sono completamente sballate, essendo frutto non solo di


................................IL PROBLEMA sono le conclusioni a cui
arriva che sono completamente sballate............................
Roberto Deboni DMIsr 12 Ott 2017 05:00
On 09/10/17 08:56, Archaeopteryx wrote:
> ehm, ingegne'... Messa così sembra che il citofono sia un
> essere animato e in qualche modo tu voglia strappargli via
> l'anima :D

L'oggetto della discussione non era il citofono
(non c'e' nel titolo), ma il rischio elettrico
come viene calcolato.

Poi qualcuno l'ha buttata sul citofono, perche'
non trovava da ridire sulla "disamina" (mi devo
continuamente ripetere "esaminare" per trovare
l'ortografia corretta, non mi viene mai giusto
al primo tentativo, ho una specie di "dislessia
lessicale" con svariate parole che combinano in modo
simile una "m" ed una "n").
Franz_aRTiglio 12 Ott 2017 08:51
Sembra che Roberto Deboni DMIsr abbia detto :


> L'oggetto della discussione non era il citofono
> (non c'e' nel titolo), ma il rischio elettrico
> come viene calcolato.
> Poi qualcuno l'ha buttata sul citofono,

Prima riga le tuo post:

" Ho scritto in altre occasioni che occorre stare
attenti al caso di un impianto citofonico, "

debo'.... l'hai scritto NELLA PRIMA RIGA, va bene l'alzahimer
ma qui non solo trotta, galoppa !

> al primo tentativo, ho una specie di "dislessia
> lessicale"

Pure questa ? ma che sei ? Una compen***** di disturbi mentali
ambulante ?
Max 12 Ott 2017 09:03
Roberto Deboni DMIsr <news@*****isienergie.it> ha scritto:

> Ma proviamo una piccola disanima piu' dettagliata.

Magari una piccola DISAMINA...

--

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Far da sé col legno ed altri materiali | Tutti i gruppi | it.hobby.fai-da-te | Notizie e discussioni faidate | Faidate Mobile | Servizio di consultazione news.